Cuore Digitale: ecco le opportunità che ci offre la tecnologia

14.09.2015

Start-up, makers e sviluppatori Made in Italy, tutti impegnati attivamente nel sociale, lo scorso venerdì 11 settembre hanno partecipato alla prima edizione del “Premio Cuore Digitale”. Nella splendida e prestigiosa Sala della Protomoteca in Campidoglio, i partecipanti hanno avuto l’occasione di presentare i propri progetti tecnologici al servizio della collettività.

Alle ore 16.30 ha avuto inizio infatti l’evento Digital Social Innovation, organizzato dall’Associazione Cuore Digitale, che aveva come obiettivo proprio quello di premiare coloro i quali si sono distinti a livello nazionale, realizzando delle innovazioni utili a migliorare la vita dei diversamente abili.

Il valore e l’importanza sociale dell’iniziativa sono racchiuse nella mission stessa dell’Associazione Cuore Digitale, guidata dal Presidente Gianluca Ricci: lo scopo finale è quello dell’abbattimento delle barriere sociali e il miglioramento concreto della vita delle persone con disabilità.

La tecnologia ha manifestato il suo lato umano e ci ha mostrato delle soluzioni e dei progetti innovativi che possono ridare speranza a moltissime persone in difficoltà.

Una giuria, composta da personalità di spicco del mondo istituzionale, associativo e imprenditoriale, ha assistito alla presentazione dei 19 progetti e infine ha decretato un vincitore per le tre categorie “in gara”:

  • Categoria cognitiva: GoogleGlass4LIS – Il progetto GoogleGlass4LIS è in grado di tradurre in modo automatico i contenuti in lingua dei segni (LIS), proiettandoli direttamente sullo schermo dei Google Glass, con l’aiuto di un attore virtuale.
  • Categoria motoria: Brain Control – una sorta di joystick mentale, che ha come obiettivo quello di consentire a chi è affetto da patologie come tetraplegia, Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA), Sclerosi Multipla, e distrofie muscolari di varia natura, di superare disabilità motorie e di comunicazione. È quindi rivolta, innanzitutto, ai pazienti affetti da malattie che paralizzano completamente o in parte la persona, ma non ne intaccano le capacità intellettive.
  • Categoria sensoriale: INTACT dbGLOVE – È un dispositivo indossabile che digitalizza diversi alfabeti esistenti basati sul tatto, come Malossi e Braille, per consentire alle persone cieche e sordo-cieche di utilizzare tutte le funzionalità di un dispositivo mobile, di comunicare con gli altri e di interagire con il mondo.

La tecnologia al servizio del sociale e della collettività può raggiungere risultati inimmaginabili fino a pochi anni fa: anche il digitale non va avanti “senza cuore”!