“Crescere in digitale”: a lezione con Google!

10.09.2015

Parte oggi “Crescere in Digitale”, progetto formativo promosso dal Ministero del Lavoro in collaborazione con Google Italia e Unioncamere, dedicato a tutti i giovani disoccupati iscritti al programma di “Garanzia Giovani”.

Il corso, che prevede 50 ore di training gratuito, è disponibile sulla piattaforma CrescereInDigitale: l’obiettivo è quello di mettere i partecipanti nelle condizioni di ampliare le proprie conoscenze dell’ecosistema digitale e apprendere come un’azienda possa ampliare la propria visibilità internazionale attraverso il web.

I tirocini retribuiti, destinati a chi supererĂ  il test finale, saranno oltre 3000 e per ora ben 500 imprese hanno deciso di aderire, richiedendo l’attivazione di almeno un tirocinio per sviluppare progetti digitali.

Il ministro Poletti non ha nascosto la sua soddisfazione per l’avvio di questo strumento formativo: “L’idea è di rafforzare l’occupabilitĂ  dei giovani italiani e favorire la digitalizzazione delle Pmi. La digitalizzazione – aggiunge il ministro – è uno dei problemi del paese: con questo progetto vogliamo tenere insieme un interesse delle imprese a digitalizzarsi e l’interesse dei giovani a rendersi protagonisti di questo cambiamento”.

Il Presidente di Unioncamere, Ivan Lo Bello, ha aggiunto: “Il digitale è una leva importante per sostenere la crescita e la qualitĂ  dell’occupazione: «Crescere in digitale vuole puntare proprio a questo, a innalzare le competenze digitali dei nostri ragazzi per trasferirle poi alle imprese”.

Infine il Public Policy Manager di Google Italia, Diego Ciulli, ha commentato così l’inizio di questo importante progetto formativo: “ Siamo convinti che sia un modo per colmare il gap di competenze digitali del Paese. La causa di questa carenza – ha proseguito Ciulli – è spesso di natura culturale visto che il 40% degli imprenditori italiani ritiene che il web sia inutile alla propria attivitĂ , mentre la rete è ormai diventata parte integrante dell’esperienza di acquisto, modificando i comportamenti dei consumatori italiani e di tutto il mondo”.

Il programma Garanzia Giovani avrà una grande occasione per rilanciarsi dopo il flop dei primi mesi, dovuto principalmente a ritardi e inadempienze. Per i 7mila giovani iscritti sarà invece una grande chance per seguire dei corsi di alto profilo e misurarsi con i test programmati dal “Gigante del Web”.