Come conquistare la fiducia dei giovani talenti

Oggi meno di un lavoratore su due sostiene di avere totale fiducia in chi lo ha assunto

Questo è un aspetto che le aziende non possono permettersi di sottovalutare, nel momento in cui si pongono l’obiettivo di crescere e assumere nuove risorse.

Non è affatto semplice far sì che i propri dipendenti siano promotori dei valori aziendali: soprattutto nelle figure più giovani è difficile all’inizio trasferire la vision e la mission che un gruppo di lavoro intende perseguire.

È difficile sì, ma non impossibile!

Conquistare la fiducia delle proprie risorse è fondamentale: ecco la strategia che ADS Group segue nel cercare di formare i profili junior inseriti e conquistare il loro sostegno.

Mantenere le promesse, offrire uguali opportunità e tanto rispetto. Queste sembrano le linee guida da seguire per conquistare la fiducia dei propri dipendenti, soprattutto dei Millennials, ossia chi è nato a cavallo degli anni Duemila e si appresta ad affacciarsi per la prima volta nel mondo del lavoro.

I numeri di ADSLab

ADS Group punta da sempre sull’inserimento di giovani risorse in azienda e i numeri di ADSLab, l’accademia di formazione e inserimento professionale del Gruppo, lo dimostrano.

Il progetto, finalizzato all’inserimento professionale di giovani promesse dell’hi-tech, è nato a maggio 2015 e, ad oggi, vanta risultati che ne fanno un vero e proprio caso di successo: 13 aule realizzate, 148 candidati inseriti, di cui 20 solo nel primo trimestre 2016, con una percentuale di assunzione (su tutto il territorio nazionale) pari all’80% e, nonostante il settore, con una buona incidenza di ragazze (30%).

Oltre ad avere una percentuale molto alta di giovani che dopo il periodo di formazione, vengono assunti, ossia come detto l’80% circa, è importante sottolineare che anche i profili junior in ADS hanno la possibilità di mettersi in mostra e crescere in fretta, partecipando a progetti sfidanti che coinvolgono clienti importanti e prestigiosi.

Questo per ADS Group significa ripagare la grande fiducia che i giovani talenti ripongono nell’azienda al momento dell’assunzione: offrire pari opportunità per tutti, focalizzando l’attenzione sulle qualità e le skills di una risorsa